Blog

Tornare alla routine dopo le vacanze

Consigli per riadattare i bambini alla routine dopo le vacanze

Il rientro dalle vacanze può essere molto difficile, soprattutto per i più piccoli. Ecco alcuni consigli per riadattare i bambini alla routine dopo le vacanze.

Trauma da rientro dalle vacanze

Lo stress da fine vacanze colpisce tutti, anche i più piccoli. Sono sempre di più i bambini che soffrono del cosiddetto trauma da rientro dalle vacanze, o sindrome da rientro.

Rientro dalle vacanze
Rientro dalle vacanze
I sintomi sono un mix di stanchezza, inappetenza, ansia, irritabilità. Durante le vacanze, ovunque esse siano state, le giornate sono molto più leggere e spensierate, libere dagli impegni scolastici, dallo sport e da tutti le altre attività che rientrano nella routine dei nostri bambini.

Inoltre, durante le vacanze anche le routine del sonno e dei pasti vengono sconvolte e tornare alla “normalità” può risultare molto traumatico per i più piccoli.  

Affrontare il trauma del rientro

Se ci troviamo ad affrontare il trauma da rientro con i nostri bambini non dobbiamo andare nel panico. Innanzitutto, non dobbiamo dimenticarci che noi rappresentiamo un esempio per i nostri figli. Ciò vuol dire che se affrontiamo il rientro con entusiasmo e un atteggiamento positivo, questa positività verrà naturalmente trasmessa anche ai bambini.

Non arrabbiamoci con loro se avranno delle difficoltà a riadattarsi alla routine dopo le vacanze. Al contrario sosteniamo le loro emozioni in questo periodo di transizione. Infine, non manchiamo di trascorrere del tempo di qualità con loro, per favorire il ritorno graduale alla normale routine.

Sonno – fame

I problemi principali nel riadattare i bambini alla routine dopo le vacanze sono due: il sonno e i pasti.

In vacanza, infatti, probabilmente avremo modificato le nostre abitudini, andando a letto più tardi e dormendo più a lungo la mattina, o mangiando a orari diversi, magari saltando i pasti della merenda.

La prima cosa da fare è pensare a riadattare questi ritmi.

Rientro dopo le vacanze: la parola d’ordine è gradualità

La cosa peggiore che possiamo fare in questo momento è un cambiamento repentino. Se possibile la cosa da fare un graduale ritorno alla nostra normale routine.

La routine dei bambini
La routine dei bambini
Non è salutare, infatti, per i bambini e i ragazzi programmare il ritorno dalle vacanze a ridosso del rientro a scuola e all’asilo. La cosa migliore da fare è lasciarsi almeno qualche giorno per riadattare la routine di tutta la famiglia.

Dovremo utilizzare questi giorni come un periodo di riadattamento, tornando in maniera graduale agli orari normali e inserendo gradualmente tutte le attività e le abitudini della nostra routine.  

Mantenere le stesse abitudini

Il periodo di riadattamento è fondamentale, ma è anche importante, laddove possibile, cercare di mantenere le stesse abitudini anche in vacanza.

Sebbene la nostra routine verrà comunque sconvolta, mantenere le stesse abitudini ci aiuterà moltissimo al momento del rientro.

Non solo possiamo cercare di mantenere gli stessi orari (ameno dei pasti e del sonno) anche in vacanza, ma possiamo anche fare il contrario, ovvero mantenere le buone abitudini adottate in vacanza anche dopo il nostro rientro in città.

Stiamo parlando, principalmente di una sana astensione all’uso della tecnologia e alle attività all’aria aperta.

Consigli per tornare alla routine dopo le vacanze

Il ritorno alla routine dopo le vacanze può essere più o meno lungo e impegnativo, dipende molto dal bambino e dalla sua capacità di adattamento che, diciamocelo, solitamente nei bambini è abbastanza alta.

Tuttavia, concludiamo con una piccola lista di utili consigli per tornare alla routine dopo le vacanze:

  • Non rientrare a ridosso della riapertura delle scuole.
  • Non rinchiudiamoci in casa: aggiungiamo alla routine attività svolte durante le vacanze, all’aria aperta.
  • Spostiamo le lancette dell’orologio un poco alla volta, fino a tornare agli orari normali della nostra routine.
  • Fantastichiamo sulle prossime vacanze insieme: sognare fa sempre bene all’umore, anche dei più piccoli.

Lascia un commento